RIlfessioni sparse sulla dinamica dei diversi inconsci in Biodanza …

Dunque in analogia con i tre strati dell’inconscio introdotti da Rolando Toro, possiamo pensare che esistano tre strati in un praticante di Biodanza che vengono attraversati e stimolati durante la classe di Biodanza:

  • L’Inconscio Vitale (o BIOS), è quello definito da Rolando Toro come “psichismo cellulare”, l’intelligenza che opera a livello Biologico negli organismi viventi e genera l’umore endogeno e altri fenomeni vitali.
  • L’Inconscio collettivo non culturale (o Archetipi), è quello che contiene gli archetipi universali indipendenti dalle culture che sono poi da queste tradotti in miti. Ad esempio i 4 elementi, bhraman-shiva-visnu, ecc.
  • L’area sociale- culturale contiene tutte le premesse implicite ed esplicite fornite all’individuo dal suo contesto sociale e culturale. Cornici cognitive e percettive, pregiudizi, premesse implicite, comportamenti stereotipati, morale, linguaggio, ecc. Si a livello conscio che inconscio.
  • L’area psicologica conscia e inconscia (o della storia personale).contiene le esperienze dell’individuo sia coscienti che inconsce che questi ha fatto e sta facendo nella sua esperienza ontogenetica.

Da un certo punto di vista (quello evolutivo) queste aree possono essere pensate come incluse l’una dentro l’altro con il BIOS nella parte più interna e l’area personale in quella più esterna.

L’obiettivo metodologico di Biodanza-BIOS è l’azione sul nucleo vitale interno, o BIOS, con l’intento di generare una rivitalizzazione delle radici biologiche dell’individuo che Rolando chiama appunto rinnovamento organico e riconnessione con le funzioni originarie della vita.(Rimane da definire il ruolo della area degli archetipi).

L’idea è che la stimolazione dei circuiti vitali nelle 5 linee di vivencia generi un aumento dell’energia vitale dell’individuo che poi si riversa in tutte le dimensioni “più evolute” dando origine a processi di rinnovamento autoregolati. Su questa ipotesi insistono alcuni dubbi degni di nota:

  • La metodologia talvolta “inciampa” nell’area psicologica e la danza anziché generare vivencia BIOS tende a diventare un setting psicologico dove le emozioni di natura vivenciale si mischiano con emozioni di natura psicologica (vedi articolo sulla genesi dell’emozione durante la classe di Biodanza). Tipici gli episodi di desiderio di seduzione o di frustrazione di tale desiderio che si generano tra compagni di corso. Ma anche tipico è l’aggancio di esperienze passate o presenti che il setting di danza rievoca nella persona. Da un certo punto di vista questo può essere visto come segno della profondità del metodo ed esistono estensioni che cercano di massimizzare questo effetto (Albero dei Desideri, Ritorno del Padre(?), Minotauro, …), ma dal punto di vista di Biodanza-BIOS ciò costituisce un inconveniente da tenere in considerazione. Probabilmente, e soprattutto all’inizio, è impossibile non attivare reazioni psicologiche, ma la consapevolezza che si tratti di un “inciampo” provvisorio è importante.
  • La metodologia, attraverso le consegne e la parte verbale, struttura talvolta un condizionamento culturale “Biocentrico”. Quando il conduttore si pone in una posizione pedagogica forte delle teorie e dei principi della Biodanza si pone di fatto in una posizione di condizionamento culturale anche se ritiene che tale cultura sia quella migliore per le persone. In una visione più missionarista della Biodanza ciò è certo importante, ma per Biodanza-BIOS ciò costituisce un intoppo per arrivare allo stimolo puro dell’inconscio vitale e mantenere nella persona la completa neutralità culturale. Talvolta questo condizionamento si lega strettamente agli esercizi che diventano prototipi di comportamento sociale (abbracciarsi, guardarsi negli occhi, …) perdendo in parte la importantissima natura di veicolo per lo stimolo dell’incosncio vitale.
  • Non è detto che lo stimolo dell’inconscio vitale produca sempre integrazione. Tra le più frequenti critiche che vengono mosse alla Biodanza da praticanti che si sono ritrovati destrutturati dopo la sua pratica c’è “La Biodanza ti libera da tutti i tuoi vecchi schemi e poi ti lascia lì …”. In generale queste affermazioni farebbero pensare alla necessità di un accompagnamento psicologico della pratica ma nel contesto Biodanza BIOS ci interessa soprattutto capire come sia possibile stimolare l’inconscio vitale minimizzando il rischio che il suo riversarsi energetico nelle altre aree dell’individuo produca conflitti e dissociazioni. Certamente una possibilità è che questi conflitti derivino dagli stimoli psicologici che la metodologia standard induce nella classe (come visto prima). Un’altra possibilità riguarda la regolazione dell’intensità di tali stimoli. La relazione tra intensità vivenciale e integrazione è data troppo per scontata e spesso limitata alla singola classe o stage.

L’ipotesi di lavoro sullo stile di conduzione di Biodanza BIOS è che questo permetta di prevenire la trasformazione del setting vivenciale in setting psicologico accogliendo l’eventuale manifestarsi di un tale fenomeno come un effetto di bordo forse inevitabile ma certamente da non indurre (un pò come si fa con il pianto). D’altra parte le consegne del conduttore BIOS saranno molto semplici assolutamente non pedagogiche e non filosofiche e orientate a metafore cenestesiche che non evochino situazioni personali presenti o passate.

Il flusso induttivo ideale di Biodanza BIOS sarebbe quello di riuscire a stimolare l’inconscio vitale lasciando che questi si irradi in maniera integrata nelle aree più evolute della persona senza generare in questa conflitti o destrutturazioni. Qualora questi dovessero comunque verificarsi per la soggettività della persona, la consapevolezza dei limiti del metodo dovrebbe portare a suggerire il ricorso a professionalità di sostegno adeguatamente preparate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: