Home

meAnGrandCanyon

Sometimes a man stands up during supper
and walks outdoors, and keeps on walking,
because of a church that stands somewhere in the East.

And his children say blessings on him as if he were dead.

And another man, who remains inside his own house,
dies there, inside the dishes and in the glasses,
so that his children have to go far out into the world
toward that same church, which he forgot.

Rainer Maria Rilke


Questo BLOG e’ perennemente in costruzione. Ci aggiungo informazioni quando posso.

(check out my new blog at massimosundayadventures.com)

Queste pagine contengono informazioni sulla mia personale esperienza di aver lasciato “casa”, cioe’ lavoro, luoghi e situazioni conosciute e consuete, per intraprendere la ricerca di uno stile di vita diverso e in gran parte ignoto ma senza dubbio comunitario.

Seppure mi rendo conto che aprire un blog del genere sia indulgere al mio desiderio di stare sotto i riflettori, ho deciso di farlo comunque per condividere informazioni ed esperienze che potrebbero essere utili a chi per qualche motivo sta pensando di cambiare vita ma non sa come fare. Quando ho lasciato il lavoro ero molto spaventato e se avessi trovato un blog come questo mi avrebbe molto aiutato.

Ho organizzato le informazioni in questo modo:

  • La mia storia, dove potete capire perche’ ho lasciato casa e come e vedere se c’e’ qualcosa che vi risuona.
  • I miei diari di viaggio, dove ci sono le mie impressioni delle situazioni he ho vissuto durante il mio pellegrinaggio
  • Informazioni pratiche: tutto quello che so e ritengo possa essere utile.
  • Pagine di situazioni notevoli dove ho vissuto per almeno 6 mesi: Findhorn e Green Gulch.
  • La pagina che raccoglie info sulla comunita’ dove vivo adesso: Amida Trust
  • Riferimenti: libri, indirizzi e siti web rilevanti.
  • Riflessioni: una pagina di post con riflessioni sparse

Buona lettura. M.

2 responses to this post.

  1. Ciao Max,
    direi che il tuo blog è di certo (devo ancora addentrarmici) un buon servizio coloro che desiderino intrapprendere la medesima esperienza….e forse anche per qualche curioso esploratore più del mondo del web che del mondo reale….

    ci vediamo su Skype!!

    Waletr

    Rispondi

  2. Posted by Giusy on marzo 8, 2013 at 11:00 pm

    “Ogni persona, nella sua esistenza, può avere due attitudini: costruire o piantare.
    I costruttori possono continuare per anni nel loro lavoro, però un giorno terminano quello che stanno facendo. Quindi si fermano e si sentono limitati dalle loro stesse pareti. La vita perde il senso quando la costruzione finisce.
    Poi esistono quelli che piantano. Questi a volte soffrono della tempesta, delle stagioni e, raramente riposano. Però al contrario delle costruzioni, un giardino non smette mai di crescere. E, nello stesso tempo che si esige l’attenzione del giardiniere, si permette che per lui la vita sia una grande avventura. I giardinieri si riconoscono tra loro perché sanno che nella storia di ogni pianta sta la crescita di tutta la Terra”
    …prova con il “Cammino di Santiago”. Grazie per aver condiviso.

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...